venerdì 18 settembre 2020

Crea 5220: Arrows

 Buona Giornata Amici! 

Il tema di oggi per Crea 5220 è : " Arrows" 

Mentre riflettevo su questa parola: "Frecce" e sulle sue 

possibili interpretazioni, ho ricordato una lettura che amavo 

negli anni della Scuola Media. Nelle ore di Italiano, affrontammo 

la lettura dell' Odissea. Mi appassionai alla storia di Ulisse e ai 

suoi viaggi avventurosi. La sua bella Penelope lo aspettava ad 

Itaca assediata dai Proci...

immagine dal web
L'importanza di una freccia...

Qui info sul tipo di arco (scitico) utilizzato da Ulisse.

immagine dal web
Ulisse , su una nave dei Feaci, arriva ad Itaca. Addormentato 
sulla spiaggia viene accolto da Eumèo che pensa sia un 
mendicante. Telemaco, suo figlio, ispirato da Atena, torna ad 
Itaca e si incontrano nella capanna di Eumèo. Preparano una 
strategia per sconfiggere i Proci che spadroneggiano sull'isola. 
 
Ulisse,travestito da mendicante, si reca alla reggia, mentre Telemaco 
viene accolto con gioia dalla madre Penelope e dalla nutrice , Euriclea. 
Nella reggia, i Proci, lo umiliano, pensando sia un mendicante. 
Penelope fà sapere che presto sceglierà il suo sposo  fra i Proci. 
 
Ulisse, non riconosciuto da Penelope, la rincuora e le dice che il 
suo sposo ritornerà presto. 
Penelope propone ai Proci la gara dell'arco: 
Chi dei Proci , usando l'arco di Ulisse riuscirà a far passare una 
freccia attraverso gli anelli di dodici scuri in fila,sarà scelto come sposo! 
 
La "freccia" deciderà il loro futuro! 
Tutti provano, ma nessuno riesce. Un forte tuono, segno del favore 
di Zeus, si ode , Ulisse tende l'arco e scocca la freccia... 
trapassa tutti i bersagli! I Proci lo riconoscono e scoppia una 
battaglia. Ulisse e Telemaco escono vincitori e sconfiggono i 
Proci che pagano la loro cattiveria. 
 
immagine dal web
La copertina del libro.
immagine dal web

 Qui un breve video tratto dal film "Ulisse" di Mario Camerini , 1954,

https://www.youtube.com/watch?v=smlzeaTsSpw

 

Ringrazio le organizzatrici :

-Busy Bessy Creativa

Volete vedere come hanno interpretato questo tema 
le amiche blogger del gruppo? Questi i link :

                -  Josephine -  Céline -  Akkelien -  Toos -  Sandra -  Anita
                      -  Petra -  Loes -  Corrie
-  Albèrtje - Nel

 Vi Auguriamo un Sereno Weekend ! 

Carmela e Davide

martedì 15 settembre 2020

Per qualche caffé in più... "Waiting for Caissa" #1

 Il primo post di questa nuova serie vede un'aneddoto scacchistico italiano, tratto dal libro Aneddoti di Scacchi , M° Mario Leoncini, Ed. Messaggerie Scacchistiche, 2003. Una raccolta di 200 spassosi aneddoti, per appassionati del gioco. Riporto di seguito l'episodio perchè presente anche nell'estratto gratuito pubblico del libro... .Per i prossimi post prenderò spunto anche da altre fonti, malgrado la grande selezione effettuata dal M° Leoncini, che seguo su Fb.

Questo aneddoto mi ha fatto conoscere e apprezzare la figura del M° estone Paul Keres(1916-75). Leggendo dei post biografici (Qui e Qui) ho compreso le difficoltà burocratiche che Keres ha dovuto affrontare agli esordi (ha rischiato di essere chiuso in un gulag sovietico o peggio... ) che forse ne hanno condizionato un pò la promettente carriera.

 
Francobollo Estonia 2016 

 Una mente brillante, ha giocato con i più forti campioni del tempo (fino al 1975). Per sette volte tentò di diventare Campione del Mondo, quattro volte ottenne il 2°posto. Realizzò numerosi problemi di scacchi premiati per la loro bellezza.

In foto: il fratello maggiore Harald e Paul con l'orsetto(1921) , il suo primo libro sulle aperture negli scacchi fu un testo del tedesco Jean Dufresne. In età prescolare aveva già trascritto un repertorio di circa 1000 partite. Pensate il vantaggio odierno che offrono i data base con milioni di partite registrate. Leggevo però che a scacchi assumere un atteggiamento passivo, non porta miglioramenti significativi, bisogna allenare il cervello a trovare soluzioni e solo dopo, per conferma, consultare il computer.

Fonte: Scacchierando.it
 

Del M° Ovidi, purtroppo non ho trovato on-line foto o info, credo che tra le due guerre ,anche per lui i giorni siano stati densi di traversie.

 Lo scherzo del caffè Breccia
Il maestro Romolo Ovidi (1875-1952) durante il fascismo
era emigrato in Argentina e al termine della
guerra fece ritorno in Italia. Installò il suo quartier generale
a Roma, presso il caffè Breccia in via XX Settembre.[Vicino Porta Pia]Lì predisponeva scacchi e scacchiera e rimaneva in attesa.

 Quando capitava qualcuno che non lo conosceva
giocava un paio di partite con in posta un caffè e faceva
in modo di perdere. Alla terza partita, con la scusa che
troppi caffè fanno male, proponeva di giocare di soldi.
Se l’avversario accettava tornava ad essere il maestro di
sempre e bastonava ben bene il malcapitato. 

Un giorno,alla fine degli anni ‘40, l’ambasciatore sovietico chiese
ad Alberto Pane, socio dell’Accademia romana ed ottimo
conoscitore della lingua russa, di fare da cicerone ad
un grande maestro sovietico in visita a Roma: Paul Keres,
all’epoca tra i due o tre giocatori più forti del mondo.
Da buontemponi quali erano gli scacchisti romani
non si lasciarono sfuggire l’occasione di giocare uno
scherzo all’Ovidi.

 Si presentarono al caffè Breccia col
vice campione del mondo e lo misero di fronte al maestro
italiano. La prima partita fu una vera saga degli er-
rori perché entrambi si impegnarono a giocare male. Alla
fine Keres riuscì “a vincere” quella partita. Gongolante,
sicuro di avere il pollo cotto al punto giusto, l’Ovidi
passò alla seconda parte del piano e propose una sfida
con posta in denaro, sfida che il sovietico prontamente
accettò.

 Le cronache raccontano che l’Ovidi tornò a giocare
da maestro, ma Keres tornò a giocare da vice campione
del mondo. L’Ovidi non tardò a scoprire di che
pasta fosse fatto il suo avversario e, capendo il raggiro,
a metà partita fece saltare per aria e pezzi e scacchiera.

 Ecco una partita tra Keres vs T. Petrosian, nel 1949, coevo all'aneddoto.

Tigran Petrosjan (1929-84), sovietico armeno, fu Campione del Mondo dal 1963 al 1969.

Scacchierando.it
(i due diventarono grandi amici...) Il pattern propone la partita alla 12a mossa, oltre l'apertura, ma prima delle catture dei pezzi. 
Keres vs Petrosian, Mosca 1949, 12a mossa...
(La scacchiera, ricorderete, mi è stata donata dall'amica Fiore, lo stile sovietico dei pezzi si adatta perfettamente a questo match. Ho scoperto che questo vassoio contiene la scacchiera al millimetro, avanza lo spazio per riporre i pezzi catturati in partita... l'ideale per allenarsi! ;) )

Fonte: www.365chess.com

Un apertura di gioco chiuso (per 1)d4,...), molto combattuta... come si richiede da campioni di questa levatura. La notazione è inglese (N=Cavallo, A=B=Alfiere, Q=Donna, R=Torre, K=Re) manca purtroppo un commento autorevole alla serie di mosse, entrambi hanno arroccato dal lato di re, interessante la 30) Qxf6+ ...quasi un presagio per il nero... . Altro aspetto da notare è lo sviluppo dei pedoni bianchi (e4 ; f4) alla mossa 31/32, in genere ho sempre letto consigli su svilupparli durante l'apertura. L'ho trascritta è giocata più volte..., (penso a questa continuazione ideale: 39)..., Kf7; 40)Qxf6# ) spero di trarne spunto anche se l'apertura Re indiano non è consigliata ai principianti. 

Vi ringrazio per l'attenzione!... Adesso è la volta di farci due risate

con la mia (Elo 1500?) recente partitella contro  Stockfish livello 4 (Elo 1700) su Lichess . Ho fatto analizzare le mosse partita al motore scacchistico , i suggerimenti corretti sono evidenziati in blu . Malgrado le inesattezze reciproche ho vinto il match, 1-0

1)e4, d5?! [In. 1)...c5 2)Cf3, e6] 2)f3?? [Bl. 2)exd5, Dxd5 3)Cf3 ] ...Cc6?! [In. 2)...e5 3)exd5, Dxd5 ] 3) Cc3?! [In. 3)d4, e6 4)Cc3 ] 3)..., Cd4?? [Bl. 3)...d4 4)Cce2, e5 ] 4) exd5?? [Bl. 4)Cxd5, e5 5)c3 ] 4)... Dd6? [Mis.4)...e5 5)dxe6] 5)Ce4?! [In. 5)Cge2, Cxe2 6)Axe2] 5)...Dd8? [Mis. 5)...Dxd5 6)c3] 6)c3, Dxd5? [Mis.6)...Cf5 7)Db3] 7)cxd4 , a6 8)Da4+, Dd7 9)b3 , b5 10)Cc5?? [Bl. 10)Da5] 10)...Dd6?? [Bl.10)...bxa4 11)Cxd7,Axd7] 

Pattern alla 10a mossa, e alla 20a
 11)Db4? [Mis.11)Axb5+,axb5 12)Dxa8] 11)...e5  12)Ce2, exd4 13)Cxd4?? [Bl. 13)Aa3, Cf6] 13)...Ae7?? [Bl. 13)...De5+ 14)Ce2] 14)Ad3?? [Bl.14)Aa3, Cf6 15)Cc2] 14)...Af6?? [Bl. 14)...De5+ 15)Ce2, Dxa1] 15)Ab2, a5? [Mis.15)...Ce7] 16)Dc3, b4 17)Dc4, c6 18)0-0, Dd5 19)Tae1+, Ae7 20)Ae4, Dh5 

 

Pattern alla 30a mossa e l'ultima 38a, scaccomatto al Re nero.

21)Axc6+, Rf8 22)Axa8, Ad6 23)Ac6, Dxh2+ 24)Rf2, Ag3+ 25)Re2, Axe1 26)Txe1, Ce7 27)Rd1, Cxc6?! [Ch. 27)...h5 28)Ad7] 28)Cxc6, Dc7 29)Dd5, a4 30)bxa4, f5?? [Ch. 30)...f6 31)Ce6+, Axe6] 31)Ae5, g6 32)Axc7, h5 33)Dd8+, Rf7 34)Dxh8, b3 35)axb3, g5 36)Te7+, Rg6 37)Tg7+, Rf6 38)Ae5#  1-0

(R=Re ; D=Donna ; A= Alfiere ; C= Cavallo ; T= Torre ; pedone omesso . In.=Inaccuracy/Inesattezza ; Bl.= Blunder/Errore grave ; Mis.= Mistake/Sbaglio; Ch.=Chessmate/Scaccomatto possibile con...)

Grazie ancora per l'attenzione!!

Vi lascio con un problema di matto elementare, col post di ottobre la soluzione...

Tratta dal libro "1001 deadly checkmate" by J. Nunn 

Grafica da 365chess.com (ho dovuto però riscrivere le lettere sul bordo perchè erano sfalsate quindi di difficile valutazione.)


Il bianco muove e matta in uno.

 
 (Qui la puntata #0)

 Alla prossima!!
Buona serata!!

Davide

domenica 13 settembre 2020

Sal Stitch A Long : Stripes #9

 Buona Domenica Amici! 

Oggi vi mostro i progressi del mio Sampler a punto croce, 

sono già trascorse tre settimane dal nostro incontro col 

Sal Stitch A Long ,organizzato dalla bravissima Avis! 


Sto ricamando questo schema tratto da: "Le idee di Susanna". 

Ho usato la tela Aida bianca 70 fori , ma ho cambiato i 

colori delle matassine DMC.


 

 

Questo è il mio step precedente...ho completato la bordura 
laterale. 

 

Questo il mio aggiornamento fino ad oggi...Ho completato l'angolo 
in alto a destra. Lavorerò adesso le strisce in basso , prima di ricamare 
il motivo al centro.

 

Volete vedere a cosa stanno lavorando le Amiche del Sal?
I loro Blog sono una bellissima fonte di ispirazione!
Vi invito a visitarli, tenendo conto del fuso orario, visto
che viviamo in continenti diversi!

Vi auguro una Serena Domenica! 

Carmela 

 

 

venerdì 11 settembre 2020

Crea 5220 : Acqua

 Buona Giornata Amici! 

L'appuntamento di oggi con Crea 5220 è: 

"Acqua" 

Il tema di oggi mi fa pensare ai bellissimi Giardini Italiani. 

Ho scelto Villa d'Este perchè ,oltre ai giochi d'acqua delle 

innumerevoli fontanelle è in funzione un Organo azionato 

proprio dall'acqua!

Foto dal web

Villa d'Este , Tivoli, Roma.

 https://www.youtube.com/watch?v=idPilv1v4Lc

 Per informazioni più dettagliate potete leggere qui:

 

Ringrazio le organizzatrici :

-Busy Bessy Creativa

Volete vedere come hanno interpretato questo tema 
le amiche blogger del gruppo? Questi i link :

                -  Josephine -  Céline -  Akkelien -  Toos -  Sandra -  Anita
                      -  Petra -  Loes -  Corrie
-  Albèrtje - Nel

 

 Vi Auguriamo Buon Fine Settimana, ricordandovi 

l'appuntamento di domenica con il Sal Stitch a Long! 

Carmela e Davide


lunedì 7 settembre 2020

7° BookSwap by Fiore , completato!

 Buon inizio settimana Amici! 

Abbiamo partecipato con piacere al 7° Book Swap 

organizzato dalla Cara Amica Fiore! 

Dovevamo inviare un libro scelto da noi ad un partecipante, 

e ne avremmo ricevuto uno a sorpresa fra tutti coloro che si 

erano iscritti.

Abbiamo ricevuto da Stefano questa avvincente autobiografia 
di un Grande musicista...
Quarant'anni di musica.Trentasei album di rock and roll, folk 
e country, con sfumature di blues, tecno e altri stili. Una vita 
a scrivere canzoni e a fare musica, canzoni che sono tuttora 
popolari e destinate a durare nel tempo. Neil Young è tutto questo. 
 
Qui si racconta, con semplicità e passione, rifacendo la strada 
percorsa, dai Buffalo Springfield alle collaborazioni con Crosby, 
Still & Nash, i Crazy Horse e altri gruppi e artisti di eccellenza. 
E ,quella di Young, una scrittura che ci restituisce, intatte, le 
ragioni che hanno nutrito, contemporaneamente, l'ispirazione 
del songwriter e l'uomo che ha continuato a battersi nelle 
battaglie civili, per la pace, per l'ambiente, per i ragazzi 
disabili, per quel "sogno" che non ha mai smesso di sognare. 
(dalla quarta di copertina) 
 
Abbiamo spedito questo libro: " Note al caffè" di Elliott Murphy, 
alla nostra abbinata...l'amica Fiore !!
 
Note al Caffè di Elliott Murphy, FBE Edizioni, 1a Ed. 2004

"In viaggio sulle strade del mondo. Sediamoci e aspettiamo che succeda qualcosa, che arrivi qualcuno, in attesa di eventi... piacevoli o spiacevoli che siano. Dicono che il commercio del caffè sia florido quanto il commercio del petrolio, o quasi. Il caffè: oppio degli scrittori, antidepressivo di tutti.
Mi sveglio tardi e lascio il mio albergo. Trovo posto in un punto in cui i raggi del sole incontrano il fumo delle sigarette e ordino un espresso. "Espresso", un'autentica onomatopea.  Mi guardo intorno: queste birre che non berrò, queste belle ragazze che non bacerò, questi vecchietti rinsecchiti o gli uomini e le donne grasse che si porteranno nella tomba i loro segreti e le loro storie.
Accade qualcosa. Mi metto a cercare della carta, un giornale, lo "Herald Tribune", qualsiasi cosa che abbia spazio sufficiente per scrivere. Tiro fuori la mia T-Ball, la mia penna, dalla tasca interna e ammiro la sua clip a forma di freccia. Sono sconnesso, non trovo le parole, mi mancano le immagini.
Scarabocchio questi simboli a mo' di geroglifici, quasi fossero i graffiti sulle pareti di una prigione. All'improvviso, però, mi fermo, mi guardo in giro e mi accorgo che mi osservano. Si staranno chiedendo: "é uno scrittore o un folle?". I miei occhi incrociano soltanto il vuoto e rientro nel mio mondo: l'alfabeto e l'inchiostro. Quando sul tavolino non mi restano che pochi spiccioli e la tazza ormai vuota macchiata di caffè, ritrovo nelle tasche, accuratamente arrotolate, le mie Note al Caffè. "  (13 brevi racconti ambientati in altrettanti Caffè)

Elliott Murphy è un cantante , compositore, e paroliere americano nato a Long Island. Ha registrato oltre venti album e ha pubblicato un romanzo, Cold and Electric. Quando non è in tournée, vive a Parigi con sua moglie e suo figlio.
 
 
Ringraziamo Fiore per l'ottima organizzazione dello 
BookSwap, è una bellissima occasione per donare e 
ricevere un libro con gli amici blogger! 
Buona settimana! 
Carmela e Davide 
 

venerdì 4 settembre 2020

Crea 5220 : Rectangle

 Buongiorno Amiche! 

Il tema di oggi per Crea 5220 è :

"Rectangle" 

Ho esaminato la mia scorta di tessuto per trovare 

l'ispirazione giusta. Volevo realizzare una piccola trapunta 

per Rosie...guardate cosa ha trovato...


...un rettangolo di cotone con piccoli orsetti e cuoricini! Sembrava già 
progettata per il patchwork. Ho piegato a metà il tessuto e preparato 
un sottile strato di imbottitura in poliestere. Ho cucito i lati e inserito 
l'imbottitura prima di chiudere l'ultimo lato. 
Ho iniziato a trapuntare seguendo il disegno dei quadretti...
Ho cucito e trapuntato a mano! 
 

 Volevo fare le foto sul lettino, ma nella casetta di Rosie...ci sono 

lavori in corso!!

Ringrazio le organizzatrici :

-Busy Bessy Creativa

Volete vedere come hanno interpretato questo tema 
le amiche blogger del gruppo? Questi i link :

                -  Josephine -  Céline -  Akkelien -  Toos -  Sandra -  Anita
                      -  Petra -  Loes -  Corrie
-  Albèrtje - Nel


 Un simpatico geco ha scelto il muro di casa nostra 
per trascorrere una serena sera d'estate! 

Buon fine settimana!

Carmela e Davide



 

lunedì 31 agosto 2020

Anteprima "Waiting for Caissa" #0

 "Ognuno, per sua natura, è viandante, alla continua ricerca del proprio sé, alla continua ricerca della felicità ma, solo dei lampi fuggevoli, solo uno stormir di fronde ci sono concessi, e questi attimi di felicità si perdono nella nebbia dei giorni, si perdono nel vento degli anni."

(Emanuele Marcuccio, Pensieri minimi e massime, Photocity, 2012, afor.77, pag. 22)

WikiArt, Giocatori di scacchi, Marcel Duchamp, 1911
I pensieri ben espressi dall'aforisma in alto mi hanno spinto a realizzare una Pagina Blog dedicata al "Nobil Giuoco", gli scacchi. Sarà visibile anche da mobile, sulla barra orizzontale superiore nel Blog. All'interno troverete link utili sul mondo scacchistico, siti informativi, culturali, editoria specifica, shop di start kit o di pezzi e accessori nuovi o vintage. (Che fanno da tempo "carosello" nella mia wish-list... :) )

Inoltre vorrei condividere con voi una serie di 10 post, credo mensili, (da settembre a giugno 2021) nei quali un'aneddoto scacchistico introdurrà una partita riproposta mossa dopo mossa, giocata dal campione protagonista del post. Seguirà, con buon stacco, una mia "partitella" giocata di recente contro motori scacchistici (Stockfish o Chess Titan :)) al più alto livello consentito dalle mie attuali conoscenze amatoriali nelle "64 case." 

Banner
 

Il post, completo di foto e notazione algebrica delle mosse partita, sarà così un piccolo cammeo sul mondo vario e affascinante degli scacchi, abbracciando Arte e curiosità.

Ho riflettuto da tempo sul nome da attribuire a questa serie di post, molti fattori hanno influito sulla scelta. Data la mia visione autodidatta ed estremamente dilettantistica degli scacchi. L'attesa infinita del raggiungimento di uno status che permetta una ottimale giocabilità in partita e nei tornei, mi offre un parallelismo ideale con la pièce teatrale di S.Beckett "Waiting for Godot", dove l'attesa, anch'essa infinita dei due protagonisti Didi e Gogo, fa ben capire l'ardua impresa che si prospetta. L'albero in questo caso è una metafora della radice da cui derivano le varianti di gioco.

"L'idea dell'attesa è quella intorno a cui ruota anche l'analisi compiuta da Annamaria Cascetta nel suo Studio sulla drammaturgia di Beckett: "Quel che si deve fare è "passer le temps": l'espressione, ripetuta più volte, assume il rilievo di una chiave: passare il tempo, ma anche protendersi oltre il tempo."

Alla irreale figura di Godot, accosto invece la driade Caissa (protrettrice degli scacchi) a cui affido simbolicamente la volontà di riuscire nel gioco.

Caissa, Domenico M. Fratto 1669-1763
 Questa similitudine è scaturita dalla lettura del breve poema in stile classico/romantico "Caissa" scritto da Sir William Jones nel 1763. Contenuto in "Studies of Chess - Systematic Introduction to the game of Chess and the whole Analysis of Chess" di Francois-André Danican Philidor (1726-95) ,1749, Ed. del 1814, Vol. I                                               ( Ph. Defence: 1)e4,e5; 2)Cf3,d6; )

Ne riporto alcune frasi significative del testo inglese originale:

da "Caissa" pag. 9

                   " Nessuna mano mortale ha escogitato il meraviglioso gioco, [gli scacchi]   dagli dèi inventato e dagli dèi derivato;"

Da "Caissa" pag. 13

Raccontò il fascino di Caissa, il suo fuoco acceso,
Il consiglio della naiade e il suo caloroso desiderio.
"Sii rapido", ha aggiunto, "dai aiuto alla mia passione;
"Un dio chiede."[Marte] Parlava e Sport obbedì.
Ha incorniciato una tavoletta di stampo celeste,
Intarsiato con quadrati d'argento e d'oro;
Allora di due metalli formò la banda guerriera,
Quella qui compatta in segno di resistenza alla battaglia;
Ha insegnato le regole che guidano il gioco pensieroso,
E lo chiamò Cassa dal nome della driade:
(Da dove i figli di Albione, che la maggior parte delle sue lodi confessano,
Approvato il gioco, e riflettendo chiamano Scacchi.)

Spero di raccogliere curiosità in ambito scacchistico ...,
Vi saluto con un "Problema" tratto da:
(1001 Deadly Checkmates - John Nunn, Ed.Gambit, 2011 . 
grafica by www.365chess.com)
 
Matto (elementare) in 1   ,   muove il bianco :

 (Soluzione:  Cavallo e2-f4#)


aggiungerò qui la soluzione a settembre, quando pubblicherò il post #1 di "Waiting for Caissa" , il primo gustoso aneddoto scacchistico è ambientato in Italia... :) ma la scuola sovietica farà la sua parte... ;) (scusate per la forma del testo, cerco di domare la nuova veste grafica di Blogger, ma scappa da tutte le parti come un capitone...)
 
Grazie! A presto!
Davide