giovedì 23 maggio 2019

"Leggo chi Amo" #5

Salve! Proseguono gli appuntamenti letterari,
due volumi che trattano temi differenti, 
così da stuzzicarvi su varie prospettive... 

 Rinascimento privato - Maria Bellonci

[Forse il romanzo migliore, più complesso della Bellonci
Premio Strega 1986. 
Questo libro vede in azione protagonisti illustri come Isabella e Francesco Gonzaga, e comprimari come Ludovico il Moro e Giulio II, e addirittura il Boiardo, l'Ariosto, il Guicciardini, il Mantegna, il Tiziano e Leonardo, c'é un personaggio inventato: Robert de la Pole, un prete inglese, motore nascosto dello spirito dei tanti personaggi che la fa rivivere come se il passato fosse nostro.

Mantova, una piccola capitale, una provincia che è un regno.
Il romanzo, denso, ampio, minuzioso, appartiene ad Isabella d'Este: 
è suo per fatti e sentimenti, nelle cose della Storia e del cuore.

Altro "protagonista", il sommo "Potere politico", che nel Rinascimento ha celebrato i suoi più corruschi trionfi, ha recitato un lungo monologo sulla scena europea e ci ha consegnato, a noi moderni, le nozioni che possediamo, lucide e amare, sulla natura della politica come disciplina tra le massime dello spirito umano.] , 550pp.

 Una giornata di Ivan Denisovic' - A. Solz'enicyn

Il romanzo si occupa della nostalgia per una terra espropriata nella collettivizzazione e dell'amore per il lavoro dei campi al quale il protagonista sostituisce il rispetto per una terra circoscritta da filo spinato, dove, nonostante tutto, mani callose e screpolate dal freddo cercano di costruire qualcosa di degno, che li riscatti dall'abbruttimento.
Le tre opere raccolte nel volume rivelano molto del rapporto, complicato, tra i russi e la loro terra.

"Accadde alla stazione di Koc'etovka" affronta il dramma del patriottismo sovietico declinato in una toponomastica intesa come assiologia e usata per distinguere i buoni dai cattivi.
"La casa di Matrena" sposta invece l'attenzione sulle campagne:
Solz'enicyn abbandona i kolchoz per tornare al villaggio quale luogo deputato all'ambientazione delle vicende narrate.
L'Ivan Desinovic è stata la prima opera a raccontare la vita nei Gulag.
Un capolavoro stilistico dalla prosa ellittica e spigolosa.


Solz'enicyn nel 1945 viene condannato a 8 anni di lavori forzati in seguito ad una lettera (intercettata dalla pol. politica), in cui criticava Stalin. Scontata la pena, viene confinato in Kazakistan dove insegna matematica. Nel 1964 ,col regime di Breznev, i suoi libri vengono ritirati. Nel 1970 gli viene assegnato il Nobel ma non potrà andare a Stoccolma per ritirarlo... ,espulso dall'Unione Sovietica nel '74, vi ritornerà nel'94. Muore nel 2008.
  
dal web

Buon proseguimento di settimana
e
Buona lettura!!

Carmela e Davide 

domenica 19 maggio 2019

Sal Stitch Along - Sampler "acquerello" #6a

 Buongiorno Care Amiche !
 Eccoci al 6° appuntamento col Sal Stitch Along.
Il mio sampler è quasi completo...
E bello trascorrere questa domenica con Avis e le amiche
del gruppo di punto croce!
Visitare i loro Blog e ammirare dei veri capolavori,
 le divertenti e minuziose crocette di Avis, i gatti e i dolcissimi 
lavori a maglia di Claire...e fiori, giardini...sorrisi!
Il mio sampler...

Il mio penultimo step...


Ho completato il bouquet a sinistra e iniziato l'ultimo
in basso a destra...

Mi rimangono ormai poche crocette ed ho già in mente
il prossimo progetto.Una tela di lino sui toni rosa ,dono
dell'amica Danila in occasione del Natale.


Le nostre prime fragoline!! Nonostante le giornate piovose 
e le temperature ancora basse , loro fanno capolino fra le foglie
rigogliose!!
Care Amiche vi ringrazio per le vostre visite e i vostri
sempre gentili commenti,vi invito a visitare i Blog delle
amiche del gruppo!


Ieri sera si è tenuto il concerto conclusivo della Ass.Melodica.
Durante tutto l'inverno si sono susseguiti diversi Artisti, duetti e
cori. Il programma ha previsto musica classica, d'opera, flamenco
e tango. Seguo con Carlo ,un amico appassionato di musica,le Stagioni Concertistiche Internazionali di Melodica da tanti anni e vorremmo
salutare le Amiche del Gruppo e tutti voi che ci seguite con
affetto dedicandovi un brano degli Artisti che si sono esibiti ieri sera.
Sabrina Gasparini-  interprete vocale di anime di donne.
Gentjan Llukaci - violino.
Claudio Ughetti-Fisarmonicista,compositore.

Un caro saluto a tutti!!
Carmela, Carlo, Davide e Janis
 

domenica 12 maggio 2019

Lasciarsi sorprendere da un cuore...

Le nuove fioriture degli Iris, mi hanno ispirato a
"crocettare" questo schema a forma di cuore.
Tratto da "Le Idee di Susanna - maggio 2007".
 Tela Aida 72 bianca e matassine Mouliné per ricamare
a punto croce l'alfabeto,
 racchiuso in cuore "verde".
 Gli Iris sono per noi una piacevole new-entry,
dai riflessi violetto e dal delicato profumo.
Con uno scatto simile abbiamo di recente partecipato alla
(incantevole scatolina in ceramica dipinta a mano by Laura
 I rizomi della pianta sono stati reperiti in città,
crescono abbandonati in un campo, 
poverini, nessuno se ne cura, 
infatti con la siccità non fioriscono...
In autunno le loro foglie caratteristiche hanno richiamato
la nostra attenzione. Dopo aver selezionato i giovani germogli vigorosi, e messi a dimora in vasi capienti, abbiamo atteso 
lo sviluppo degli steli fiorali (5 fiori) per scoprire il colore della varietà.
I fiori sono sbocciati in modo scalare per vari giorni,
con un max di 3 in contemporanea.

Condividiamo una composizione poetica
che agli animi sensibili donerà un'emozione.

"Un vento impercettibile
tra le foglie mi sfiora,
un sussulto scuote il mio cuore
inebriato dalla danza leggiadra
di quel ramo."

A presto amici!!
Buona settimana!!

Carmela e Davide  

ammirate gli splendidi bijoux sul Blog e Shop!!
 

lunedì 6 maggio 2019

Da "Ispirazioninfiera" - #LostArt 3a - Palazzo d'Estate e Fontana dello Zoodiaco

Riprende , dopo la pausa tecnica dei mesi scorsi,
la pubblicazione in Blog delle 14 puntate di #LostArt,
ricordo, una mia rubrica curata durante il 2017 sulla Pagina Facebook
di Ispirazioninfiera - Vite a Regola d'Arte, (Admin. Bloggers Squitty e Barbara).

La 3a puntata di #LostArt tratta dell'Antico Palazzo d'Estate, a Pechino,
e della Fontana dello Zoodiaco, l'originale è andata perduta nel 1860 e nel 1900.

Foto dal web - Palazzo d'Estate e Fontana dello Zoodiaco, Pechino.

#LostArt 3a puntata – 12 Luglio 2017

– L’Antico Palazzo d’Estate -  Fontana dello Zodiaco – Pechino

Costruito nel XVIII sec., come sede della corte degli imperatori, dinastia Qing.
Comprendeva i giardini imperiali con centinaia di strutture:
 sale, templi, gallerie, laghi…
Alcuni rari palazzi in pietra erano in stile rococò europeo.
 Il 18 ottobre 1860, durante la 2a Guerra dell’oppio, l’Alto Commissario britannico in Cina, Lord T.Bruce VII Conte di Elgin,(definito il “predone” dal poeta Byron)
 come ritorsione, ordinò ai suoi 3500 soldati il saccheggio del complesso. 

(A lui tuttavia si deve la salvezza delle statue di Fidia dell’Acropoli di Atene, conservate oggi al British Museum).
Fu bruciato e saccheggiato di gran parte delle porcellane, incluse le 12 teste in bronzo (il corpo era in pietra) della Fontana dello Zodiaco.

Costruita nel 1744, la Fontana era un orologio basato sui 12 segni dell’oroscopo cinese (Topo-Bufalo-Tigre-Coniglio-Drago*-Serpente*-Cavallo-Capra*-Scimmia- Gallo*-Cane*-Maiale) l’acqua spruzzava a turno ogni 2 ore da ciascun animale, a mezzogiorno dall’insieme degli ugelli. 
 
Venne danneggiata una 2a volta nel 1900 durante la Rivolta dei Boxer, dai militari dell’Alleanza delle 8 Nazioni (Austria, Ungheria, Francia, Germania, Italia, Giappone, Russia, Regno Unito e Stati Uniti).

La Cina sta recuperando le 12 teste della Fontana, ne mancano 5 (*), 
sono stati spesi circa 43 mln di dollari. 

Il 2017 è stato l’anno del Gallo, 
 seguito dal Cane il 16 febbraio 2018.
Il 2019 è l'anno del Maiale. 

Non perdete la 4° puntata di #LostArt ! A tema floreale… 

 qui la 2a puntata su Jan Vermeer, in febbraio 2019.

Qui la Pagina Blog che raccoglierà man mano tutte le puntate e gli extra.





 -------------------------------------

Vi lascio con dei passi scritti sui risguardi della Bibbia
donata al filosofo Bertrand Russell, da sua nonna Lady Russell,
per il suo 12° compleanno (maggio 1884).

"Non ti accorderai alla moltitudine per compiere il male".

"Sii forte e abbi coraggio; non aver timore e non lasciarti sgomentare,
ché il Signore Dio tuo è con te ovunque tu vada".

 Ho in lettura le riflessioni di Russell sui temi cruciali degli anni 1900-1961.
È sorprendente pensare come i versi su citati, da un semplice appunto cartaceo
di fine '800, possano essere oggi condivisi con voi!
Hanno influito molto sulla vita di "Bertie" e conservano ancora
un profondo significato, credo per tutti noi.
 Buon inizio settimana!!
 Davide

sabato 4 maggio 2019

Passeggiando per Ibla - #4a

Prosegue la nostra "gitarella" (autunno 2018) per gli scorci iblei
alcuni meno conosciuti.
La #3a parte ci vedeva al cospetto della Chiesa di San Paolo,
che da il nome al quartiere... qualche nuvolone non è riuscito
ad influire sulla giornata nel complesso soleggiata...
Qui siamo nei pressi del parcheggio, sullo sfondo il curvone che porta a Modica o salendo a Ragusa superiore. Oltre gli alberi lo spiazzo riservato ai camper...
Se ricordate in febbraio il micetto nero sul muretto guardava l'orizzonte
assaporando i tiepidi raggi di sole mattutino, ma cosa vedeva alle nostre spalle?
...
 
Ebbene, una serie di antiche cave, su cui di recente è stato ampliato il parcheggio.
Non sono visitabili, chiuse da inferriate. Lo scrittore La Terra, che ci accompagnava
nel tour, spiegava l'uso di queste grotte artificiali che se ne traeva fin negli anni '50.
Erano una sorta di B&B, dove nei giorni a ridosso di mercati e fiere, davano alloggio momentaneo ad artigiani ed allevatori venuti dai paesi limitrofi a vendere le merci.
Giorni in cui si badava al sodo, a raggiungere l'obiettivo senza andare per il sottile,
si usciva da una guerra che aveva sconvolto il Paese. Non c'erano troppe restrizioni sul commercio, si puntava a dar respiro all'economia...
due scatti della cascatella che sbocca in valle, se ricordate, avevamo incrociato
il corso d'acqua che la origina..., tanta natura selvaggia, frescura e qualche zampirone,... sono luoghi un pò appartati, pochi turisti vi si avventurano,
e bene documentarli, prima che l'ennesimo colpo di mano li stravolga.
proseguiamo sulla sinistra, la costruzione isolata, ci spiega La Terra,
fungeva da macello comunale, il torrente che lo costeggia a volte, ricorda, diventava rosso... . In effetti si avverte una strana atmosfera...

per un periodo vi hanno trasferito l'ecosportello, in pratica la destinazione è rimasta invariata, cambiano solo "i manzi" sacrificati..., mi fermo a cogliere il dettaglio della chiave di volta scolpita con perizia, ai tempi si tendeva a nobilitare ogni costruzione. 
allungo qualche metro rischiando uno scivolone tra il fango, seguo la stradina
oltre la svolta, dove porterà?... Ecco, mi trovo un muro che taglia il percorso,
un vicolo cieco, chissà cosa potrebbero raccontare queste pietre...
tolta la curiosità sul sentiero, in alto incombe sulle nostre zucche la volta
in calcare massiccio con alla base le cave, alla sommità gli edifici del Convento del Carmine, luogo di partenza di questa passeggiata...
ci avviamo verso la circonvallazione che costeggia la vallata Santa Domenica,
foto in alto: alcune tipiche casette, in parte restaurate, tre gattini randagi si riposano fuori portata delle auto che sfrecciano a pochi metri ...
 il torrente si ingrotta... nella #5a parte vedremo un pò dove sbocca...
continuiamo a seguirlo ...sulle orme di Conrad
in "Cuore di tenebra"... l'acqua, fonte di vita, libera ma implacabile...

A presto...
Buon fine settimana!!

Carmela, Davide e Janis...

giovedì 2 maggio 2019

Bookcrossing by Fiore - "E alla fine c'è la vita" di Davide Rossi

Buonasera amiche ed amici!!
Anche quest'anno abbiamo aderito al Bookcrossing
organizzato da Fiore, (a fine post i link).
Protagonista di questa iniziativa il libro di Davide Rossi,
"E alla fine c'è la vita"
per info e biografia: https://www.apolloedizioni.it/E-alla-fine-ce-la-vita
 
Abbiamo letto questo libro con la consueta curiosità che riserviamo
ai giovani scrittori. Leggiamo di dialoghi...giovani immersi
nella loro solitudine in una società attuale, vuota e assente.

Paura ed alienazione, nichilismo e apatia fanno da cornice ai loro dialoghi. Nessuna prospettiva di futuro. Un libro "diverso" tra quelli che leggiamo di solito, una finestra su una parte di "giovani d'oggi" 
che tra eccessi e comportamenti deviati di questa collettività, non riescono a trovare motivi sani per vivere.

Ci chiediamo se il titolo rappresenti una voglia ultima di riscatto da parte dei protagonisti...

Il libro ci è stato spedito con estrema cura da Robby,
insieme a questi simpatici segnalibri handmade!!
Sono davvero carinissimi ed utili!! 
Hanno già trovato "occupazione" nella loro "casa-libro",
anche il gattino nero che sembra tanto la nostra Janis.
Ringraziamo ancora Robby per i doni ed il biglietto d'Auguri!

Il libro è stato inviato a Fiore per la conclusione del Bookcrossing,
la consegna è avvenuta giorni fa con successo.
 
Ringraziamo Fiore per questa opportunita di lettura.

 Qui maggiori info e i post delle amiche lettrici che hanno partecipato:

A presto...
Carmela e Davide

Se volete approfondire su questo disagio giovanile,
ascoltate i pensieri di Umberto Galimberti sull'età del nichilismo...
 
https://www.youtube.com/watch?v=0dDk-UfKfGM

 P.S. Come vedete dal confronto coi post precedenti, stiamo provando altri font per scrivere il testo, vorremmo dare maggiore leggibilità anche dai dispositivi mobili. Avete suggerimenti? Grazie!