venerdì 19 luglio 2019

Passeggiando per Ibla - #6a parte

Continua la nostra passeggiata per Ibla,
stavolta percorriamo un tratto di via Ottaviano, che abbraccia la parte bassa destra ( arrivando da Ragusa) di Ibla.
(cliccate sulle foto per ingrandire)
 Ci accompagna come sapete il Sig. La Terra, scrittore e studioso di Storia locale. Qui insieme a Carmela, si osserva il fiumicello...
 muri di consolidamento, la natura tenta già di colonizzarli...
 uno scatto della valle, il cielo all'improvviso si fa cupo...
il pensiero corre alla mancanza di ripari, ma non piove.
 passata la nuvola, case antiche, ormai ristrutturate e i relativi terrazzamenti. Sarà la siccità, il pollice "verde", questi i risultati... non mi pronuncio... ma continuiamo a sognare il gardening inglese.
 i salti del fiumicello in secca, d'inverno invece ,le acque tumultuose lambiscono i bordi delle pareti.
(Tanto da far venire propositi nefasti, qui si rivela però la beffa, chi c'ha provato ha preso solo una craniata e un raffreddore, infatti la portata è insufficiente...)
 si prosegue cercando nella memoria l'ubicazione di un antico pozzo...
 infrastrutture per la manutenzione fluviale...
 la parete abitata che affianca la strada.
 Uno scatto della costa che ci fronteggia, notate il livello di inselvatichimento..., un tempo erano tutti terreni coltivati, gli alberi potati... ogni appezzamento, anche declivio produceva per il sostentamento... Oggi, tra tasse esose e mancanza di addetti competenti, manca Navarre col falco (LadyHawke al 2min.) e quello col l'ascia pronta che tende il tranello...
 Salita per via Acquila Sveva, con in alto albero sgarrupato pensile di fico d'india... quando fa caldo,tra le pietre, si raggiungono i 50°C e oltre, solo piante rustiche riescono a sopravvivere.
 a volte ho la sensazione di essere circondato da un "muro"...
il consolidamento è stato rinnovato a fine anni '90-2000.
 Trovato l'ingresso per la discesa al pozzo chiuso lucchettato, improvvisiamo una "veduta dall'alto", si trova ai piedi dei cipressi, nei pressi del canneto. Sopravvivo al tetano della balconata...
 Torniamo sui nostri passi e saliamo per via Aquila Sveva.
Il panorama mostra la strada che arriva da Modica e sullo sfondo in alto a destra, in giallo, la Chiesa di Santa Lucia.
 salendo sulla sinistra troviamo la Chiesa di Santa Barbara (xx sec.)
il campanile merlato...
 lo stato di conservazione non è dei migliori, malgrado i fondi che continuano a piovere.
(La scorsa stagione turistica su 1,1Mln raccolti, solo 55000E sono stati destinati alle Chiese Iblee. ??)
 Questa la facciata principale, è circondata da una cancellata.
Anche qui si affollano i ricordi di gioventù del Sig. La Terra.
Altri tempi, dove i valori dell'onore, la fede e la lealtà,
guidavano i "ragazzi" nel cammino della vita.

continua...


Grazie!! A prestissimo con i progressi 
del nuovo Sampler a punto croce di mia sorella.
Buona serata!!

Davide e Carmela


 

mercoledì 17 luglio 2019

Da "Ispirazioninfiera" - #LostArt 5a - "La presa di Mileto"

Buon giorno amici!
Prosegue la pubblicazione di #LostArt con la 5a puntata (di 14)
 Cambia il genere artistico, sarà la volta di una tragedia greca,
"La presa di Mileto". Scopriremo in breve perchè non fu più rappresentata e le conseguenze per l'autore, il drammaturgo Frinicio... 

5a puntata #LostArt – La presa di Mileto – 
Tragedia greca scritta dal drammaturgo Frinico

Prima al Teatro di Dioniso (494-492 a.C.), 
Narra dei seguenti eventi storici:
[All'inizio del V secolo a.C. le poleis greche della Ionia, dominate dai Persiani, erano vessate dalle pesanti tasse doganali imposte dall'impero. Questo portò nel 499 a.C. alla rivolta ionia, una ribellione delle città della lega ionia, capeggiata dal tiranno di Mileto Aristagora.
Numerose poleis si unirono alla rivolta, inviando navi, tra cui Atene ed Eretria. In un primo tempo (498 a.C.) le città ionie vennero liberate, tuttavia i Persiani seppero riorganizzarsi, reagendo agli attacchi e portando quasi tutte le poleis in rivolta a tornare sotto l'impero o a ritirarsi dalla guerra.
Privata dell'apporto di molti alleati, una flotta di nove poleis greche affrontò i Persiani nella battaglia di Lade (494 a.C.), venendo completamente sconfitta (la flotta ionica perse 246 navi, i Persiani  57). Mileto fu costretta a capitolare e una parte della sua popolazione fu deportata in Babilonia. Questa battaglia segnò dunque la fine della rivolta, con la distruzione totale della flotta ionia.]
[La caratteristica principale di quest'opera è che essa non narra un episodio della mitologia greca, ma un avvenimento storico. Quest'opera, insieme alle altre due tragedie della trilogia (sconosciute), vinse le Grandi Dionisie.
Per analogia con I Persiani, si può ipotizzare che la tragedia descrivesse l'attesa per la battaglia di Lade e poi la disperazione per il suo esito infausto. L'argomento di troppo stretta attualità portò il pubblico a reagire disperandosi, di conseguenza (nonostante la vittoria della trilogia di cui l'opera faceva parte) si decise di vietare ulteriori rappresentazioni della tragedia, e di multare l'autore di 1000 dracme per aver evocato una tragedia nazionale.]
 (Fonte Wikipedia, immagine: “La presa di Mileto” di Andre Castaigne 1898-’99).

 
 
 
https://it.wikipedia.org/wiki/Frinico_(tragediografo)


"Noi siamo la nostra memoria,
noi siamo questo museo chimerico di forme inconstanti,
questo mucchio di specchi rotti."
(Jorge Luis Borges)

Conservate anche voi, un oggetto, una letterà,
qualcosa di cui non volete si perda la memoria?
Non trovate sia confortante averlo accanto,
nonostante il passare degli anni?

Buon proseguimento di settimana,
Grazie! A presto...
Davide


venerdì 12 luglio 2019

Tag "La mia estate ideale" by Moz O'Clock

Buona settimana amici!
Siamo stati invitati da Robby a proseguire questa simpatica Tag, 

Dal Blog di Miki: 
"Cosa vi piacerebbe ci fosse nella vostra estate ideale?
Ecco, non ricordi ma desideri: voglio sapere proprio come costruireste la vostra estate perfetta scegliendo una sola cosa per ogni categoria proposta! "

 Regole:

 1- Elencare tutti gli elementi della nostra estate ideale, in base ai vari macroargomenti forniti;
2- Avvisare Moz dell'eventuale post realizzato, contattandolo in privato o lasciando un commento a
 https://mikimoz.blogspot.com/2019/06/tag-la-mia-estate-ideale.html
3- taggare altri cinque bloggers, avvisandoli.
(avvisare anche il Blogger che vi ha invitato al Tag)

- MACROARGOMENTI -

COLONNA SONORA:
C: Summertime , jazz - Tom Harrell, ho assistito ad una sua performance anni addietro, in occasione di un Festival Jazz.

D: Gymnopedie 1-2-3 di E. Satie, mi ritrovo spesso ad ascoltarlo in questi giorni nel mio piccolo spazio verde, osservando cosa accade intorno, fioriture, farfalle, ragni, libellule, uccellini...

LUOGO:
C: Vorrei visitare la Royal School of Needlework, in U.K. ,
 intanto ammiro i lavori e gli incontri proposti sui social.
D: La scelta stavolta cade sul meraviglioso giardino di Wisley, 240 acri. Fa parte del circuito Royal Horticultural Society, aperto al pubblico proprio in questi mesi. Lo seguo su Twitter, per info:
https://www.rhs.org.uk/gardens/wisley
VIAGGIO:
 

C & D: Raggiunto un accordo sulla meta del viaggio..., scogliere, pub, boschi e soprattutto un "popolo sempre sorridente..."
PROGRAMMA TV:

C & D: Anche in questo argomento il campo si restringe. Da anni seguiamo poco la TV, spesso relegata ad un ruolo di "sottofondo" durante i "lavoretti". Tra tutti i garage su MotorTrend spicca, e con stacco, per professionalità e simpatia (e rispetto per l'auto classica da restaurare) Wheeler Dealers - Affari a Quattro Ruote di Eddy e Mike.

SERIE TV:

C & D: L'spettore Barnaby, abbiamo visto moltissimi episodi di questa serie TV (anche del sequel), gialli intriganti con incantevoli paesaggi inglesi.

FILM:

C: Rivedrei volentieri "Un sacco bello" di Carlo Verdone, la Fiat Dino...

D: Altro cult estivo, "La finestra sul cortile" di Hitchcock, con J. Stewart e Grace Kelly...
 
FUMETTO:

C: Su suggerimento di mio fratello, un fumetto estivo, un'isola "deserta", "Lavennder" di G. Bevilacqua 128pp.

D: Desiderio avverato, dopo anni di anticipazioni ecco tra le mani il Texone disegnato da Laura Zuccheri, amica Fb, bravissima pittrice e fumettista.

LIBRO:

C: Mi piacerebbe consultare il manuale di ricamo by Kelley Aldridge,
sicuramente ricco di capolavori a cui ispirarsi.

Nella foto in basso un mix dei libri, attualmente in lettura, miei e di Davide. Alcuni nuovi, altri usati, economici ma anche no, ricordi di viaggi ed amici. Ciascuno racchiude l'animo dello scrittore che si rivela solo leggendo, una fuga dalla realtà al costo di un paio di colazioni.

D: Desideri tanti, uno di questi? Il libro tecnico "Kazari" di E. Rossi,
circa l'Arte di esporre il bonsai e il suiseki.
RIVISTA:
C: Ovviamente un tuffo nel mondo dell'uncinetto, amigurumi e unc. irlandese, tanti spunti da realizzare, tempo e filati permettendo.
 C'era anche un gomitolo colorato in regalo. ;)

D: Appuntamento col bimestrale della Crespi,(Lug-Ago), un'autorità nel settore bonsai. Dove poter ammirare i capolavori "verdi" e imparare elementi di fisiologia e nuovi approcci a quest'antica, difficile Arte.

GIOCO:

C & D: Archiviata la "palla prigioniera" dal film di Moretti, concordiamo per l'enigmistica, un classico estivo, un numero speciale dedicato a Leonardo...
GIOCO da TAVOLO:

C: Mah! Non saprei, forse una partitella a carte. Ho sempre qualcosa di più costruttivo da fare...

D: Oltre i classicissimi giochi da tavolo come: Scottland Yard, Gioco dell'Oca, ormai riservati ad occasioni particolari, l'attenzione si è spostata sugli scacchi, in cui però sono una frana. La mancanza di un costante esercizio, condiziona un pò i risultati.

ATTIVITà:

C: Beh! Il caldo estivo riesce solo a scalfire la voglia crafter con uncinetto e aghi, mentre i ferri da maglia li rimando all'autunno... :)

D: Il gardening "cittadino" occupa certamente del tempo, necessita di piccoli interventi ma in periodi specifici. Veder germogliare o fiorire una pianta sono soddisfazioni. È un modo per rispondere con "l'idea di bello" a tanti guai della società.

CIBO:

C: Un dolce, il gelo di mandorle (in foto a destra) molto delicato e dissetante.

D: Io invece mi butto sulla cassata siciliana , anche in forma di gelato...

VIDEOGAME:

C: Videogame? Povera me! C'ho provato, esortata da Davide, sull'onda dell'entusiasmo per un nuovo gioco. Ho sparacchiato nel mucchio, qualcosa avrò pure preso... :)

D: In foto due titoli per PC che mi hanno "conquistato", sono a percorso, quindi offrono meno libertà di movimento ,però l'immediatezza di gioco non è uno stress aggiuntivo, qualcuno li considerà banali... boh!
Mi piacciono molto i simulatori, peccato che la scheda video del notebook non li supporti adeguatamente, gioco di rado per evadere dal tran-tran. Dopo aver superato tutti i livelli, ore ed ore dopo, però si ha la sensazione di rimanere con un pugno di mosche... a volte si è portati a pensare che la sequenza di eventi sia già stata "decisa" dal gioco malgrado gli sforzi per superare la partita. Esperienza da provare, ma bazzicare tra legni e carte è "nnata coosa!"...

 Tutti i visitatori sono invitati a proseguire la Tag,
è una simpatica occasione per conoscersi meglio.

Qual'è la vostra estate ideale?

Buon proseguimento!
Buon fine settimana!!

Carmela e Davide

sabato 6 luglio 2019

Sampler "Cuore&Iris" completato!

 Buon pomeriggio ,care amiche ed amici! 
Nonostante il caldo torrido,ho voluto completare i
sampler iniziati in questi ultimi mesi. Dopo il sampler "Acquerello"
e "Amitiè" ,  mancava il piccolo cuore con gli iris...
Ricordate il piccolo sampler con gli iris blu?

Ho ricamato i fiori  ai bordi...
Eccolo completo in tutti i dettagli .
Misura 18x17 cm. già lavato. Potrebbe diventare
il centro di un cuscino patchwork ,essere inserito in una scatola
di stoffa...o qualunque cosa vogliate.
Ho ricamato su tela Aida di cotone con filati DMC.
 

Lo trovate sul nostro Etsy Shop Qui 

 Continuo con i piccoli lavori ad uncinetto e punto croce,
rilassanti e divertenti!! 
Buon fine settimana!
Carmela

giovedì 4 luglio 2019

"Leggo chi Amo" - #6


 Donna in guerra - Dacia Maraini

Vannina, una giovane maestra, durante una vacanza nel napoletano si scontra con una realtà, estranea al suo mondo di gesti abitudinari e passivi, che la costringe a una lenta e sofferta presa di coscienza femminile che la porterà, alla fine, alla decisione di abbandonare il marito e andare a vivere da sola. Il racconto è l'occasione, per Dacia Maraini, di trattare brucianti temi d'attualità, come l'immobilismo della scuola, la violenza delle istituzioni, la corruzione della cultura,
visti attraverso gli occhi di una donna. (1975, pp. 275) 
Collana Stelle danzanti (2018)




Storia di una balena bianca 
 raccontata da lei stessa - Luis Sepùlveda

Da una conchiglia che un bambino raccoglie su una spiaggia cilena, a sud, molto a sud del mondo, una voce si leva, carica di memorie e di saggezza. È la voce della balena bianca, l'animale mitico che per decenni ha presidiato le acque che separano la costa da un'isola sacra per la gente nativa di quel luogo, la Gente del Mare.
Il capodoglio color della luna, la creatura più grande di tutto l'oceano,
ha conosciuto l'immensa solitudine e l'immensa profondità degli abissi, e ha dedicato la sua vita a svolgere con fedeltà il compito che gli è stato affidato da un capodoglio più anziano: un compito misterioso e cruciale,

frutto di un patto che lega da tempo immemore le balene e la Gente del Mare. Per onorarlo, la grande balena bianca ha dovuto proteggere quel tratto di mare da altri uomini, i forestieri che con le loro navi vengono a portare via ogni cosa anche senza averne bisogno,
senza riconoscenza e senza rispetto.
Sono stati loro, i balenieri, a raccontare finora a storia della temutissima balena bianca, ma è venuto il momento che sia lei a prendere la parola e a far giungere fino a noi la sua voce antica come l'idioma del mare. (pp. 110 , 2018)

"L'occhio della balena registra da lontano
ciò che vede negli uomini.
Custodisce segreti che noi non dobbiamo conoscere."
Plinio il Vecchio


Capita anche a voi? ;) :)

A presto...
Buona lettura!!
Carmela e Davide 

domenica 30 giugno 2019

Sal Stitch Along - Sampler acquerello #8a e nuovo inizio!

Salve Care Amiche ed Amici!
Ho finalmente completato il Sampler "Acquerello"...
Grazie ad Avis e a tutte le amiche che seguono questo Sal !
Siete state con me, con i vostri gentili commenti, mentre
aggiungevo crocette colorate sulla tela...
Completo...
Qualche particolare...


Il vaso centrale, particolarmente complicato, con le sue sfumature...
Vi invito a visitare i Blog delle Amiche del Gruppo, emozioni colorate ,
lavori meravigliosi come le loro autrici!
Se vi fa piacere lavorare con noi,  potete scrivere ad Avis
per conoscere le semplici regole


--------------------------------------------------------------------
 free pattern by needlework.craftgossip.com

 --------------------------------------------------------------------------
Bene! Questo il mio prossimo ricamo.
Volevo realizzare un sampler con bordure e alfabeti,
con pochi colori , con una frase dal " De Senectute" di Cicerone.

"Breve enim tempus aetatis satis longum est ad bene
honesteque vivendum"
(Anche una vita breve è abbastanza lunga 
per vivere con virtù e onore) 

Ho cercato qualcosa di adatto nella mia collezione di riviste
 ed ho trovato in una raccolta di schemi
queste bordure ...
Credo che costruirò il mio schema pian piano, secondo
le mie esigenze di spazio.


Lo ricamerò su tela Aida avorio, con questi colori DMC
verde 3046
verde 3011
bruciato 918
mattone 356
Un nuovo inizio...

 Un arcobaleno in città...
Buona Domenica a tutte voi e...Buone crocette!!
Carmela