giovedì 30 maggio 2019

Sal Family Tree - #4a Coniglietti e #5a Uccellini

Buon pomeriggio Care Amiche ed Amici,
eccoci all'appuntamento mensile col "Sal Family Tree" 
organizzato dalle amiche bloggers Gabri ed Isabeau, 
nel gruppo FB "La borsa di Mary Poppins".  

Il tema di aprile era: Coniglietto (o coniglietti), significa Pace con la Natura, Speranza e Fede per la famiglia. Ho lavorato su uno schema di
Nicoletta Farrauto di molti anni fa,trovato su un numero della rivista:
"Ricamo Italiano".



 Per maggio il tema era: Uccellini, 
significa Felicità e Gioia per la famiglia. 
Se gli uccellini sono nel nido significano anche fiducia nella casa.
 Questa la mia interpretazione del tema di maggio,tratto da:
"Le idee di Susanna" Nov.2015
Ho ricamato su una stoffa sottilissima, misto lino, con un solo filo moulinè su due fili del tessuto.
Particolarmente impegnativo anche perchè abbiamo avuto, per quasi tutto il mese, giornate buie di pioggia, cielo coperto e freddo umido...quasi a voler creare l'atmosfera giusta per il mio piccolo
pettirosso!
 Nella Pagina Blog dedicata al Sal, sulla barra in alto, trovate i link alle puntate precedenti , https://pyrosepatch.blogspot.com/p/sal-family-tree-2019.html

 A presto...
Buon pomeriggio!!
Carmela

martedì 28 maggio 2019

Insieme Raccontiamo 2019 - #45 by Patricia , partecipiamo!

Con questo post partecipo all'iniziativa "Insieme Raccontiamo" 2019
puntata #45, organizzata dalla Blogger Patricia.

Il 20 di ogni mese Patricia pubblica l'incipit, a cui bisogna trovare un proseguio originale in 200/300 battute o altrettante parole,
possibilità di aggiungere foto, musiche e video.
tutto nei 10 giorni rimanenti. Il testo può essere scritto in commento sul post di Patricia o lasciare il link al post dedicato.

Un'iniziativa simpatica che mi ha già visto partecipe alla puntata #17,
Pur amando la lettura, non è facile cimentarsi nel ruolo di "scrittore",
Molti followers di Patricia partecipano ogni mese con buoni risultati. Ammiro l'impegno e la capacità nel destreggiarsi in questi ambiti in tempi così ristretti.

Vi lascio al breve testo da dilettante che ha preso forma
in settimana...

Ecco l'incipit di Patricia:

 
Il passaporto  era in ordine, il trolley pronto.
 Bastava solo  uscire di casa e poi... libertà!!!! Finalmente!
 E questa volta avrebbe viaggiato leggera.

Immobile, davanti all'ampia vetrata del living, si ritrovò
immersa nei ricordi. Luoghi familiari che avevano visto
la sua infanzia spensierata, prima che tutto prendesse una piega vorticosa ed improvvisa. Un'oceano li univa. Stava arrivando...

Si ridestò fissando le gocce di pioggia scendere sul vetro,
anche il meteo sembrava assecondare quella decisione.

Che genere d'accoglienza le avrebbero riservato?
Una parentesi felice era davvero possibile? Magari un nuovo inizio.
Cosa era mutato in sua assenza?
Gli interrogativi si affollavano nella mente, adesso, solo una cosa le premeva sul serio... un post-it adesivo andava bene.

Scrisse veloce e sicura il motivo che l'aveva spinta a quel viaggio.
Osservò, la frase in un lessico a lui straniero, avrebbe capito?

Un posto... trovare un posto chiave dove attaccarlo...

Chiuse con naturalezza la porta alle spalle e con essa gli ultimi sei anni.
Il taxi attendeva sul viale... in orario per il ceck-in.

È tardi, un leggero fruscìo metallico alla porta anticipò lo scatto d'apertura. Poggiò all'ingresso, con noncuranza, la chiave elettronica e la bag da menager. Rimuginava sugli ultimi incarichi assegnati..., delle vere rogne..., i dissapori in amministrazione serpeggiavano.

Negli occhi le luci al neon della City. Afferrò dal frigo la sua birra preferita, mentre attivò la TV col comando vocale. Si guardò intorno..., l'arredo moderno, lineare, minimalista, toni grigi alle pareti...
pavimenti in resina custom. Lo specchiavano ormai ad orari impossibili. Un nido alieno. 
Qualcosa lo punse fra le dita,  "Ma che!..." dal retro della bottiglia
sporgeva lo spigolo di un post-it...
Tentò una prima lettura, non capì subito...
"È il solo momento di libertà che abbiamo, in fondo.
Quando ridiamo."*

Davide

Ringraziamo Patricia per la bella occasione!!
È stato divertente immaginare un finale!
Attendiamo il "Riepilogo" conclusivo...

* Il testo virgolettato e tratto dal romanzo "Non è stagione" di A. Manzini, le parole del vicequestore Rocco Schiavone, in tema di libertà sono state trascinanti. Grazie!

A proposito di libertà e lettura...
  vi segnaliamo "Books in the mailbox" al post di Barbara
 

A presto con nuovi post!
Buon proseguimento di settimana e Buona lettura!!
Davide, Carmela, Janis...
 

giovedì 23 maggio 2019

"Leggo chi Amo" #5

Salve! Proseguono gli appuntamenti letterari,
due volumi che trattano temi differenti, 
così da stuzzicarvi su varie prospettive... 

 Rinascimento privato - Maria Bellonci

[Forse il romanzo migliore, più complesso della Bellonci
Premio Strega 1986. 
Questo libro vede in azione protagonisti illustri come Isabella e Francesco Gonzaga, e comprimari come Ludovico il Moro e Giulio II, e addirittura il Boiardo, l'Ariosto, il Guicciardini, il Mantegna, il Tiziano e Leonardo, c'é un personaggio inventato: Robert de la Pole, un prete inglese, motore nascosto dello spirito dei tanti personaggi che la fa rivivere come se il passato fosse nostro.

Mantova, una piccola capitale, una provincia che è un regno.
Il romanzo, denso, ampio, minuzioso, appartiene ad Isabella d'Este: 
è suo per fatti e sentimenti, nelle cose della Storia e del cuore.

Altro "protagonista", il sommo "Potere politico", che nel Rinascimento ha celebrato i suoi più corruschi trionfi, ha recitato un lungo monologo sulla scena europea e ci ha consegnato, a noi moderni, le nozioni che possediamo, lucide e amare, sulla natura della politica come disciplina tra le massime dello spirito umano.] , 550pp.

 Una giornata di Ivan Denisovic' - A. Solz'enicyn

Il romanzo si occupa della nostalgia per una terra espropriata nella collettivizzazione e dell'amore per il lavoro dei campi al quale il protagonista sostituisce il rispetto per una terra circoscritta da filo spinato, dove, nonostante tutto, mani callose e screpolate dal freddo cercano di costruire qualcosa di degno, che li riscatti dall'abbruttimento.
Le tre opere raccolte nel volume rivelano molto del rapporto, complicato, tra i russi e la loro terra.

"Accadde alla stazione di Koc'etovka" affronta il dramma del patriottismo sovietico declinato in una toponomastica intesa come assiologia e usata per distinguere i buoni dai cattivi.
"La casa di Matrena" sposta invece l'attenzione sulle campagne:
Solz'enicyn abbandona i kolchoz per tornare al villaggio quale luogo deputato all'ambientazione delle vicende narrate.
L'Ivan Desinovic è stata la prima opera a raccontare la vita nei Gulag.
Un capolavoro stilistico dalla prosa ellittica e spigolosa.


Solz'enicyn nel 1945 viene condannato a 8 anni di lavori forzati in seguito ad una lettera (intercettata dalla pol. politica), in cui criticava Stalin. Scontata la pena, viene confinato in Kazakistan dove insegna matematica. Nel 1964 ,col regime di Breznev, i suoi libri vengono ritirati. Nel 1970 gli viene assegnato il Nobel ma non potrà andare a Stoccolma per ritirarlo... ,espulso dall'Unione Sovietica nel '74, vi ritornerà nel'94. Muore nel 2008.
  
dal web

Buon proseguimento di settimana
e
Buona lettura!!

Carmela e Davide 

domenica 19 maggio 2019

Sal Stitch Along - Sampler "acquerello" #6a

 Buongiorno Care Amiche !
 Eccoci al 6° appuntamento col Sal Stitch Along.
Il mio sampler è quasi completo...
E bello trascorrere questa domenica con Avis e le amiche
del gruppo di punto croce!
Visitare i loro Blog e ammirare dei veri capolavori,
 le divertenti e minuziose crocette di Avis, i gatti e i dolcissimi 
lavori a maglia di Claire...e fiori, giardini...sorrisi!
Il mio sampler...

Il mio penultimo step...


Ho completato il bouquet a sinistra e iniziato l'ultimo
in basso a destra...

Mi rimangono ormai poche crocette ed ho già in mente
il prossimo progetto.Una tela di lino sui toni rosa ,dono
dell'amica Danila in occasione del Natale.


Le nostre prime fragoline!! Nonostante le giornate piovose 
e le temperature ancora basse , loro fanno capolino fra le foglie
rigogliose!!
Care Amiche vi ringrazio per le vostre visite e i vostri
sempre gentili commenti,vi invito a visitare i Blog delle
amiche del gruppo!


Ieri sera si è tenuto il concerto conclusivo della Ass.Melodica.
Durante tutto l'inverno si sono susseguiti diversi Artisti, duetti e
cori. Il programma ha previsto musica classica, d'opera, flamenco
e tango. Seguo con Carlo ,un amico appassionato di musica,le Stagioni Concertistiche Internazionali di Melodica da tanti anni e vorremmo
salutare le Amiche del Gruppo e tutti voi che ci seguite con
affetto dedicandovi un brano degli Artisti che si sono esibiti ieri sera.
Sabrina Gasparini-  interprete vocale di anime di donne.
Gentjan Llukaci - violino.
Claudio Ughetti-Fisarmonicista,compositore.

Un caro saluto a tutti!!
Carmela, Carlo, Davide e Janis
 

domenica 12 maggio 2019

Lasciarsi sorprendere da un cuore...

Le nuove fioriture degli Iris, mi hanno ispirato a
"crocettare" questo schema a forma di cuore.
Tratto da "Le Idee di Susanna - maggio 2007".
 Tela Aida 72 bianca e matassine Mouliné per ricamare
a punto croce l'alfabeto,
 racchiuso in cuore "verde".
 Gli Iris sono per noi una piacevole new-entry,
dai riflessi violetto e dal delicato profumo.
Con uno scatto simile abbiamo di recente partecipato alla
(incantevole scatolina in ceramica dipinta a mano by Laura
 I rizomi della pianta sono stati reperiti in città,
crescono abbandonati in un campo, 
poverini, nessuno se ne cura, 
infatti con la siccità non fioriscono...
In autunno le loro foglie caratteristiche hanno richiamato
la nostra attenzione. Dopo aver selezionato i giovani germogli vigorosi, e messi a dimora in vasi capienti, abbiamo atteso 
lo sviluppo degli steli fiorali (5 fiori) per scoprire il colore della varietà.
I fiori sono sbocciati in modo scalare per vari giorni,
con un max di 3 in contemporanea.

Condividiamo una composizione poetica
che agli animi sensibili donerà un'emozione.

"Un vento impercettibile
tra le foglie mi sfiora,
un sussulto scuote il mio cuore
inebriato dalla danza leggiadra
di quel ramo."

A presto amici!!
Buona settimana!!

Carmela e Davide  

ammirate gli splendidi bijoux sul Blog e Shop!!
 

lunedì 6 maggio 2019

Da "Ispirazioninfiera" - #LostArt 3a - Palazzo d'Estate e Fontana dello Zoodiaco

Riprende , dopo la pausa tecnica dei mesi scorsi,
la pubblicazione in Blog delle 14 puntate di #LostArt,
ricordo, una mia rubrica curata durante il 2017 sulla Pagina Facebook
di Ispirazioninfiera - Vite a Regola d'Arte, (Admin. Bloggers Squitty e Barbara).

La 3a puntata di #LostArt tratta dell'Antico Palazzo d'Estate, a Pechino,
e della Fontana dello Zoodiaco, l'originale è andata perduta nel 1860 e nel 1900.

Foto dal web - Palazzo d'Estate e Fontana dello Zoodiaco, Pechino.

#LostArt 3a puntata – 12 Luglio 2017

– L’Antico Palazzo d’Estate -  Fontana dello Zodiaco – Pechino

Costruito nel XVIII sec., come sede della corte degli imperatori, dinastia Qing.
Comprendeva i giardini imperiali con centinaia di strutture:
 sale, templi, gallerie, laghi…
Alcuni rari palazzi in pietra erano in stile rococò europeo.
 Il 18 ottobre 1860, durante la 2a Guerra dell’oppio, l’Alto Commissario britannico in Cina, Lord T.Bruce VII Conte di Elgin,(definito il “predone” dal poeta Byron)
 come ritorsione, ordinò ai suoi 3500 soldati il saccheggio del complesso. 

(A lui tuttavia si deve la salvezza delle statue di Fidia dell’Acropoli di Atene, conservate oggi al British Museum).
Fu bruciato e saccheggiato di gran parte delle porcellane, incluse le 12 teste in bronzo (il corpo era in pietra) della Fontana dello Zodiaco.

Costruita nel 1744, la Fontana era un orologio basato sui 12 segni dell’oroscopo cinese (Topo-Bufalo-Tigre-Coniglio-Drago*-Serpente*-Cavallo-Capra*-Scimmia- Gallo*-Cane*-Maiale) l’acqua spruzzava a turno ogni 2 ore da ciascun animale, a mezzogiorno dall’insieme degli ugelli. 
 
Venne danneggiata una 2a volta nel 1900 durante la Rivolta dei Boxer, dai militari dell’Alleanza delle 8 Nazioni (Austria, Ungheria, Francia, Germania, Italia, Giappone, Russia, Regno Unito e Stati Uniti).

La Cina sta recuperando le 12 teste della Fontana, ne mancano 5 (*), 
sono stati spesi circa 43 mln di dollari. 

Il 2017 è stato l’anno del Gallo, 
 seguito dal Cane il 16 febbraio 2018.
Il 2019 è l'anno del Maiale. 

Non perdete la 4° puntata di #LostArt ! A tema floreale… 

 qui la 2a puntata su Jan Vermeer, in febbraio 2019.

Qui la Pagina Blog che raccoglierà man mano tutte le puntate e gli extra.





 -------------------------------------

Vi lascio con dei passi scritti sui risguardi della Bibbia
donata al filosofo Bertrand Russell, da sua nonna Lady Russell,
per il suo 12° compleanno (maggio 1884).

"Non ti accorderai alla moltitudine per compiere il male".

"Sii forte e abbi coraggio; non aver timore e non lasciarti sgomentare,
ché il Signore Dio tuo è con te ovunque tu vada".

 Ho in lettura le riflessioni di Russell sui temi cruciali degli anni 1900-1961.
È sorprendente pensare come i versi su citati, da un semplice appunto cartaceo
di fine '800, possano essere oggi condivisi con voi!
Hanno influito molto sulla vita di "Bertie" e conservano ancora
un profondo significato, credo per tutti noi.
 Buon inizio settimana!!
 Davide