giovedì 28 febbraio 2019

Leggo chi Amo #2

Oggi un post che vede come protagonisti
i nostri amici libri e fumetti!
[ Dal 2016, questo libro ci fa compagnia, ritorno spesso sulle sue pagine ricche di curiosità
scientifiche, riguardanti in special modo l'astronomia. Ha contribuito alla realizzazione
di un progetto a cui tengo molto e che spero presto di condividere con voi... D. ]
 Spiegare il Mondo di Steven Weinberg (Nobel per la Fisica 1979)
La scoperta della scienza moderna

Fu nelle colonie greche del Mediterraneo, tra il VI e il V secolo a.C., che vennero formulate le prime congetture sulla sostanza fondamentale di cui è fatto il mondo. "Fisici" e filosofi erano alla ricerca dei principi costituenti dell'universo, e questa indagine - da Talete a Eraclito, da Parmenide a Democrito - condusse alle prime, originali risposte circa la natura e l'apparenza delle cose.
Nell'indagare e descrivere una realtà sottostante e unificatrice, gli antichi greci erano come gli scienziati moderni. Ma, secondo Weinberg, la somiglianza finisce qui. 

Infatti nessuno - a Mileto,   a Efeso, ad Abdera, o ad Atene-  cercò mai di "spiegare" come le teorie sul principio fondamentale del kosmos rendessero conto delle apparenze, così come nessuno tentò di verificare o anche solo giustificare le proprie ipotesi. 
Non si trattava di pigrizia intellettuale. Semplicemente, i greci non ne avvertivano la necessità e "non lo avevano mai visto fare".
Per arrivare a una comprensione scientifica del mondo si dovrà attendere, per Weinberg, la grande rivoluzione intellettuale che, tra il XVI e il XVII secolo, condurrà alla "scoperta" della scienza moderna (quell'insieme di pratiche, di canoni e di procedure con cui oggi 
guardiamo ai fenomeni dell'universo. ... 
(foto in basso: una pagina interna con disegni esplicativi) 
... È stato un cammino lungo e difficile, che dall'Accademia di Platone e il Museo di Alessandria, passando per l'elaborazione compiuta in Europa e nei paesi arabi durante il Medioevo, ha portato alle grandi imprese di Copernico e Keplero, Tycho Brahe e Descartes, Galileo e Newton. Un cammino che l'autore ripercorre nelle sue tappe fondamentali - con un'attenzione rivolta in particolare alla storia della fisica e dell'astronomia -,

soffermandosi sugli snodi concettuali, le discontinuità, gli errori e le vie "sbagliate", senza tralasciare i conflitti sorti in epoche e contesti differenti con i dogmi della fede e le istituzioni religiose, né i rapporti , dai contorni spesso indistinti, con la filosofia e la tecnologia.
Un cammino, infine, seguito con una buona dose di irriverenza - laddove Weinberg non esita a criticare i metodi e le teorie del passato alla luce delle conoscenze attuali - e con la consapevolezza che la scienza, lungi dal garantire qualche forma di certezza, non è altro che il tentativo di dare una risposta "soddisfacente" alle domande che da sempre l'uomo si pone circa le leggi della natura. Una risposta spesso accidentale, a volte imprevedibile, ma che tuttavia è in grado di avvicinarsi a una conoscenza che oltre a essere attendibile è anche fonte di gioia.

https://it.wikipedia.org/wiki/Steven_Weinberg

Speciale Tex
In foto due albi mensili di Tex, a sinistra il n°695 (settembre 2018) eccezionalmente
a colori perchè festeggia i 70 anni di pubblicazione in Italia, 
mentre a fianco il n° 700 (febbraio 2019) 


http://shop.sergiobonelli.it/tex/2018/08/02/albo/l-ultima-vendetta-1003293/
 Qui l'articolo con video dove il noto disegnatore Fabio Civitelli realizza uno speciale disegno di Tex Willer per festeggiare l'uscita del n° 700...

 http://www.sergiobonelli.it/tex/2019/02/18/news/700-civitelli-1004225/


 A presto!! Buona lettura!!
Grazie!!
Davide e Carmela

P.S. Ci scusiamo se siamo poco presenti sui vostri Blog o nel rispondere ai commenti,
dopo il recente maltempo l'ADSL risulta intermittente e con la chiavetta il traffico è limitato.
Speriamo torni presto alla normalità...
Ecco una foto di un giornale locale sulla nevicata del fine settimana.
dal web

Ringraziamo la bravissima Iole per aver aggiornato le icone social sulla sinistra,
data la chiusura annunciata di G+, aggiungendo Pinterest e Twitter all'elenco!!
Anche voi avete già provveduto?
A presto con un lavoretto tutto colorato... eheheh!! :) :)
Davide e Carmela

5 commenti:

  1. Cara Carmela, che non ricorda che da bambino passava molto tempo con dei fumetti!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Mio marito è un collezionista di Tex Willer della prima ora.
    Anche io adoro i fumetti.
    Bellissimo post sul filo dei ricordi!

    RispondiElimina
  3. Cara Carmela e caro Davide,
    ho aggiornato con piacere le vostre icone. E' il minimo che potessi fare per ricambiare la vostra generosità.
    Per qualsiasi altra richiesta, sono sempre a vostra disposizione.

    RispondiElimina
  4. Beh, una lettura impegnativa questa. Per me decisamente troppo, passo!
    Però mi piace vedere come mixate i generi.
    La neve qui è arrivata copiosa in montagna, ma non sono stupita, qui fino a maggio non siamo fuori dall'inverno!

    RispondiElimina