mercoledì 11 aprile 2018

Intrecci dal passato...

Salve!!
Oggi riusciamo a postare, e vi mostriamo delle creazioni
tipiche del nostro territorio, purtroppo sempre più "rare da incontrare"...
Questi cesti ci hanno subito colpito per la forma, le rifiniture e per il valore culturale
e storico che rappresentano. Usati quotidianamente dai nostri nonni,
adesso relegati ad un ruolo prettamente d'arredo.
Sono realizzati a mano con striscie di canna naturale (quella del canneto... eh! ;) )
 e rametti di ulivo selvatico.
 Reperire i materiali è sempre più complicato, i canneti vengono bruciati (con gli animaletti che li ospitano) le campagne subiscono il cemento "dell'espansione" edilizia...
 notate la regolarità degli intrecci che si dipartono a mò di spirale dalla base...
Poteva mancare un tocco crochet? Dal uncinetto magico di Carmela ha preso subito forma
un centrino della misura del cesto... ;) :) 
Che ve ne pare del risultato?

 Questa invece, è una "cavàgna", un contenitore in canna naturale, usato fino agli anni '70/'80,
dove veniva trasportata la ricotta vaccina. Ne esistono di varie misure, questa in foto è lunga 16cm con un diametro di 3cm.
 al piccolo cannìstru con manico è stato abbinato un sacchettino crochet
con la funzione di profuma ambiente...
Qui potete leggere altre info sui cesti tradizionali siciliani.
 Buon proseguimento di settimana!!
Ringraziamo Lulù per averci donato questo simpatico Premio!!
Ringraziamo anche Patricia per averci assegnato questo Premio,
penseremo a qualcosa di strano e fantasioso per il nostro post...
Trovate anche questo nuovo Premio sul Blog di Robby
che abbiamo pensato di rispondere appena possibile...


P.S. Scusate se siamo poco presenti in Blog, da Pasqua è iniziato
il periodo (x 6 mesi) di esposizione del nostro banchetto handmade ad Ibla, 
dove trascorriamo spesso le nostre giornate.
Contiamo di usare i momenti "liberi" per rimanere in contatto con voi!
Grazie della vostra compagnia, riuscite spesso ad addolcirci la giornata...
Vi mostreremo degli scatti della location. Ciao!!

Carmela e Davide

8 commenti:

  1. Cara Carmela, a me mi sono sempre piaciute le storie del passato, le loro tante tradizioni!!!
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ciao è molto interessante il tuo blog... mi aggiungo ai tuoi lettori!!
    Se vuoi passare dal mio angolino creativo, ti lascio l'indirizzo https://ilprofumodelleroserosse.blogspot.it/
    A presto

    RispondiElimina
  3. Che interessante post come sempre del resto...complimenti...mi piacerebbe dovvero vedere foto della location del vs banchetto. Ciao !!!🍀

    RispondiElimina
  4. Il passato è il vissuto ma anche frammenti del futuro

    RispondiElimina
  5. Ciao,
    anche a me piacciono gli oggetti della tradizione (i miei non sono mai stati di questo avviso....), peccato non aver posto a casa!
    Anche io ho un piccolo cestino, in vimini, lo avevamo fatto alle elementari per Pasqua; al loro interno avevamo messo dei gusci di uova dipinti da noi a tema. Le uova ovviamente non ci sono più, ma il cestino lo custodisco gelosamente! ^_^
    Buona giornate e buoni mercatini,
    Sara

    RispondiElimina
  6. Ciao fanciulli lo volete un premio????? Allora guardate qui QUI
    Meritatissimo!!!!

    Belli quei cesti! E sapete cosa vi dico?
    La cavagna in Piemonte è il vostro cannistru. Se è di media grandezza o grande.Se è piccolo è il cavagnin.
    Piccolo il mondo vero???? ahahhaahha
    Bacioni!

    RispondiElimina
  7. Interessante post cari amici. Mio nonno usava la "caagna" per trasportare il fieno un cesto ovale piu' grande. Un abbraccio a voi e bacino alle pelosette!

    RispondiElimina
  8. Evviva le tradizioni! Vanno assolutamente preservate.
    Molto particolare la cavagna ... davvero interessante!
    Ah ecco, è cominciato il banchetto, stavo proprio chiedendomi dove eravate spariti.
    Beh, noi vi aspettiamo! Buon lavoro.

    RispondiElimina